Catania-Messina 2-1: il gioco non c’è, i tre punti sì…

Catania-Messina 2-1: il gioco non c’è, i tre punti sì…

Commenta per primo!

Catania 4-3-3: Liverani, Garufo, Bastrini, Bergamelli, Nunzella, Castiglia, Musacci, Di Cecco (Lupoli), Falcone (Calderini), Russotto, Calil (Ferrario) A disp.: Bastianoni, Pelagatti, Agazzi, Pessina, Felleca, Gulin

Messina 4-3-3: Berardi, Ionut, Martinelli, De Vito, Barilaro (Zanini), Giorgione, Baccolo (Russo), Fornito, Gustavo, Biondo (Padulano), Tavares A disp.: Addario, Mileto, Fusca, Masocco, Scardina, Cocuzza, Lia

Ammonito: Baccolo, Calil, Giorgione, Ionut

Espulsi: Ionut

Reti: Calil 34′, Gustavo 63′, 80′ Russotto

Il Catania torna alla vittoria. Dopo quasi due mesi di astinenza, contro il Messina gli etnei conquistano tre punti fondamentali per la corsa salvezza. Primo tempo avaro di emozioni, con la fase di studio prolungata fino al ventesimo, quando i padroni di casa bussavano dalle parti di Berardi con un destro alto di Musacci. Tutto tranquillo fino al trentaquattresimo minuto, quando Calil veniva atterrato in area di rigore. Dagli undici metri era lo stesso attaccante brasiliano a portare in vantaggio i suoi con l’undicesima rete stagionale. Nella ripresa dopo una prima avvisaglia con un tiro dalla distanza di Tavares, arrivava il pareggio degli ospiti. A siglarlo era il numero dieci Gustavo che di testa riusciva a colpire indisturbato sul secondo palo battendo uno statico Liverani. Nel finale gli etnei trovavano nuovamente la via della rete grazie a Russotto che con il sinistro riusciva a bucare il portiere avversario regalando tre punti fondamentali per la classifica e per il morale..

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy