Catania-Lecce 0-0: non basta l’orgoglio. Continua la pareggite

Catania-Lecce 0-0: non basta l’orgoglio. Continua la pareggite

Commenta per primo!

Catania 4-3-3 Liverani, Garufo, Bergamelli, Bastrini, Nunzella (Parisi), Di Cecco, Musacci, Agazzi, Calderini, Falcone, Calil A disp.: Logofatu, Parisi, Pelagatti, Bombagi, Pessina, Di Stefano, Lupoli, Felleca

Lecce 3-4-3 Perucchini, Freddi, Cosenza, Legittimo, Liviero, Papini (De Feudis), Salvi, Lepore, Doumbia, Surraco (Vecsei),Moscardelli (Caturano) A disp.: Bleve, Beduschi, Camisa, Lo Sicco, Sowe, Carrozza, Curiale

Ammoniti: Surraco, Papini, Musacci, Freddi, Parisi

Nessun cambio di modulo rispetto alle indiscrezioni della vigilia, con il Catania in campo con il consueto 4-3-3 e il Lecce schierato con un solido 3-4-3. Due novità, invece, in casa etnea per quanto riguarda gli uomini scesi in campo ad Ischia, con Bastrini e Musacci al posto di Pelagatti e Pessina. Nella prima frazione dopo cinque minuti Moscardelli avrebbe l’occasione per sbloccare il match con il penalty concesso dal direttore di gara per un intervento di mano di Garufo. Il numero nove dei salentini però angola troppo la conclusione che finisce sul fondo. Primo tempo pimpante con tante occasioni da una parte e dall’altra. I padroni di casa vanno vicini al vantaggio in tre occasioni sempre con Calil, ma Perucchini risponde sempre presente. Per i salentini, invece è sempre Moscardelli a rendersi pericoloso, ma prima Liverani e poi la traversa gli negano la gioia del gol. Seconda frazione più avara di emozioni con le due squadre che si limitano a contenere senza creare occasioni di rilievo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy