Catania-Fidelis Andria 0-0, editoriale: i buoni auspici per il 2017…

Catania-Fidelis Andria 0-0, editoriale: i buoni auspici per il 2017…

Finisce con un deludente pareggio l’ultima gara dell’anno solare degli etnei, incapaci di andare oltre lo 0-0 contro la Fidelis Andria

Commenta per primo!

Pari e patta al Massimino dove il Catania di Pino Rigoli stecca l’ottava vittoria consecutiva, fermato sullo 0-0 da una coriacea Fidelis Andria. Gelo in campo e gelo nel cuore dei tifosi rossazzurri che con questo pareggio mantengono ancora vivo il ricordo delle quattro sberle rifilate dalla Juve Stabia e concludono il 2016 con tanti propositivi e qualche timida certezza. Eh sì purtroppo il processo di crescita è ancora lungo e ogni volta che sembra essere arrivati all’apice arriva la delusione.

Era successo contro la Virtus Francavilla ed è avvenuto nuovamente nella settimana a cavallo fra la sconfitta contro la Juve Stabia e il pari con l’Andria. La prima volta, dopo il doppio turno casalingo con Akragas e Fondi, in cui i rossazzurri steccano due partite consecutivamente senza impensierire oltremodo la porta avversaria tranne nel forcing finale dettato dalla superiorità numerica. Un dato che non deve certamente allarmare eccessivamente, ma che ridimensiona i sogni di una piazza che, di certo erroneamente, prima di giovedì scorso aveva accarezzato il sogno primo posto.

Il finale del 2016 consegna una formazione ambiziosa, forte, ma certamente incapace di “ammazzare” il campionato, di vincere contro tutte le squadre in casa e in trasferta, e di toccare la soglia dei 40 punti da gennaio in poi. Servono rinforzi provenienti dal mercato, bisogna cedere i giocatori che non rientrano nei piani del tecnico e soprattutto bisogna sedersi per capire il perchè di questi passaggi a vuoto dopo una striscia positiva di tutto rispetto.

Viste le tante cose da fare, forse la sosta arriva proprio nel momento giusto. Venti giorni per rendere il Catania la squadra da battere, magari nei play off, ma certamente con l’obiettivo di vivere un 2017 da protagonista per dimenticare gli anni bui dopo la Serie A. Basta poco per migliorarsi, una punta, un esterno e qualche rinforzo là dietro; innesti mirati che sicuramente Lo Monaco avrà già in mente, associati ad un pizzico di fortuna e di mentalità vincente soprattutto in trasferta. Buon anno e buona fortuna Catania!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy