Catania-Cosenza 0-0: mentalità da grande, ma manca la finalizzazione

Catania-Cosenza 0-0: mentalità da grande, ma manca la finalizzazione

Commenta per primo!

CATANIA (4-3-3) 1 Bastianoni; 2 Garufo, 5 Ferrario (Pelagatti), 6 Bergamelli, 3 Nunzella; 8 Lulli, 4 Agazzi, 10 Russo (Scarsella), 7 Falcone (Calderini), 9 Calil, 11Russotto. All. Pancaro. A disp.:12 Ficara, 15 Bacchetti, 13 Parisi, 14 Musacci, 15 Bacchetti, 17 Di Grazia, 19 Castiglia, 20 Bastrini, 21 Barisic, 22 Plasmati

COSENZA (4-4-2) 1 Perina, 2 Blondett, 3 Ciancio (Corsi), 4 Arrigoni, 5 Tedeschi, 6 Pinna, 7 Guerriera (Criaco), 8 Fiordilino, 9 Arrighini, 10 Raimondi (Minardi), 11 Statella. All. Roselli. A disp: 12 Saracco, 13 Soprano, 14 Di Somma, 17 Novello, 18 La Mantia, 19 Ventre

Ammoniti: Blondett, Berhgamelli, Lulli

Marcatori:

Pareggio e occasione sprecata per il Catania che domina la sfida contro il Cosenza, ma senza riuscire a trovare la via della rete. Primo tempo a senso unico con gli etnei padroni del campo e del possesso palla. Rossazzurri vicini alla rete del vantaggio in tre occasioni, prima con una punizione insidiosa di Russotto smanacciata in angolo da Perina, poi con un cross insidioso dalla destra su cui Calil arriva leggermente in ritardo, ed infine con un diagonale insidioso di Falcone. La ripresa prevede lo stesso leitmotiv nonostante una condizione fisica leggermente calante, ma la rete per i padroni di casa non arriva. Clamorosa la doppia chance capitata sulla testa prima di Calil e poi di Lulli, ma in entrambi i casi è mancata la concretezza e la cattiveria nell’attaccare la palla. Un pareggio bugiardo, ma che premia sicuramente la volontà di combattere degli ospiti, e la grande prestazione dell’estremo difensore dei calabresi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy