Catania-Catanzaro 1-0 editoriale: a suon di filotti…

Catania-Catanzaro 1-0 editoriale: a suon di filotti…

Il Catania conquista la terza vittoria consecutiva che gli consente di rimanere a ridosso del Lecce, capolista del Girone C

Commenta per primo!

Filotto centrato e 12 punti conquistati, così come recitava la mini tabella che mister Lucarelli aveva appeso sulle pareti dello spogliatoio. Un botta e risposta costante tra Catania e Lecce, le due squadre che stanno dettando legge in questo campionato, con i salentini imperiosi sul campo del Siracusa e i rossazzurri chirurgici contro il Catanzaro al Massimino. Una vittoria dal valore inestimabile perchè gli avversari avevano idee chiare e gamba; e perchè le due partite con Bisceglie e Paganese ti avevano portato via energie preziose.

Nove vittorie, un pareggio e tre sconfitte. Sono questi i numeri di una squadra, il Catania, che piano piano sta trovando la giusta dimensione. La serie di sei vittorie consecutive aveva evidenziato solidità difensiva e cinismo nelle poche azioni create, queste ultime tre vittorie, invece, hanno messo in risalto una crescita sotto il profilo offensivo con ben 9 reti siglate tra Bisceglie e Paganese e tante occasioni create. Contro il Catanzaro il livello dello spettacolo è stato leggermente inferiore, ma comunque gli etnei hanno colpito due pali e, tranne una conclusione di Letizia, Pisseri non ha corso pericoli.

Una menzione particolare, va poi a un giocatore che è cresciuto di pari passo con il rendimento della squadra: Caccetta. La parabola con cui ha superato Nordi e regalato tre punti fondamentali ai suoi è stata il giusto coronamento di un processo che ha visto il numero otto essere sempre più presente nella manovra rossazzurra. Aumentati gli inserimenti senza palla e sempre più intenso il lavoro oscuro in non possesso che ha garantito una copertura costante al pressing verticale di Lodi. Ci ha messo un po’ di tempo (forse doveva anche riabituarsi al centrocampo a tre), ma ha risposto presente.

Adesso la mini tabella di Lucarelli prevede Juve Stabia e Akragas. Sabato prossimo Lodi e compagni dovranno affrontare in trasferta le vespe e l’obiettivo principale è quello di dare continuità al rendimento positivo per poi giocare in casa contro un Akragas in netta crisi. Intanto la classifica sta prendendo una forma più delineata, con i veri valori che vengono a galla. Lecce, Catania e Trapani sembrano davvero essere le squadre più accreditate per combattere fino alla fine per il primato, mentre il Monopoli inizia a perdere terreno ed il Siracusa non riesce ad ingranare fra le mura amiche. Il campionato più pazzo è entrato nel vivo, e adesso ci sarà da divertirsi…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy