Catania: Calaiò fa panchina per 90′, ma a fine partita va per primo a scusarsi coi tifosi sotto la curva

Catania: Calaiò fa panchina per 90′, ma a fine partita va per primo a scusarsi coi tifosi sotto la curva

Tredici sconfitte stagionali, ultimo posto in classifica e morale sotto i tacchi. A quattordici partite dalla conclusione del campionato, il Catania si ritrova in una situazione disastrosa.
.

Commenta per primo!

Tredici sconfitte stagionali, ultimo posto in classifica e morale sotto i tacchi. A quattordici partite dalla conclusione del campionato, il Catania si ritrova in una situazione disastrosa.

Il gesto di Calaiò – Al triplice fischio del match contro il Frosinone (2-1 in favore dei ciociari, il punteggio) è partita la contestazione da parte dei tifosi di fede etnea. Allenatori, giocatori e dirigenza: i sostenitori rossazzurri non hanno risparmiato nessuno. Il primo a raggiungerli sotto la curva per scusarsi con loro è stato Emanuele Calaiò, attaccante originario di Palermo. Il giocatore classe ’82 non ha preso parte all’incontro (rimanendo in panchina per tutti e novanta i minuti), ma ciononostante si è sentito responsabile del k.o. odierno dei suoi compagni. Alcuni tifosi ne hanno apprezzato il gesto e gli hanno indirizzato anche qualche applauso, ma per pochi secondi, perché poi è tornata l’incessante pioggia di fischi per una squadra che, ora più che mai, sembra in totale confusione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy