Bologna-Catania 2-0: le pagelle del match

Bologna-Catania 2-0: le pagelle del match

Si infrange contro il Bologna il sogno del Catania di mettere in sesto una rimonta impossibile. Male tutta la squadra con la difesa in grande difficoltà e Calaiò oltremodo ingenuo nel.

Commenta per primo!

Si infrange contro il Bologna il sogno del Catania di mettere in sesto una rimonta impossibile. Male tutta la squadra con la difesa in grande difficoltà e Calaiò oltremodo ingenuo nel rimediare un rosso nel giro di una frazione di secondo. Da rivedere anche le scelte del tecnico Marcolin…

Gillet 5,5 – Serata di lavoro intenso per l’estremo difensore belga. Nella prima frazione risponde presente su un pallonetto involontario di Laribi, ma copre male il primo palo in occasione del gol di Cacia. Incolpevole sul sinistro di Sansone che chiude il match

Belmonte 5 – L’esterno di Marcolin non sta bene, e si vede. Soffre maledettamente le sovrapposizioni di Laribi, e in avanti di lui neanche l’ombra. Serata no, ma era prevedibile.

Sauro 4,5 – Scelto per sostituire Schiavi, l’argentino non bissa la buona prestazione di Latina. Il Bologna aveva problemi in zona rete e allora ci pensa l’argentino a spalancare la via di Gillet abboccando al velo di Cacia. Ingenuo anche nell’uno contro uno con Sansone in occasione del raddoppio.

Ceccarelli 5 – L’esperto difensore di Marcolin soffre maledettamente la verve di Sansone che è bravo a non dare punti di riferimento. Ad aggravare la sua prestazione il cartellino giallo rimediato ad inizio gara che non gli consentirà di scendere in campo contro il Livorno.

Mazzotta 5,5 – Quando avanza la sua posizione tutta la squadra alza il baricentro rendendosi più pericolosa. Peccato che ogni tanto dal suo lato dovrebbe anche pensare a difendere.

Rosina 4,5- Tanti tocchi, dribbling e contro dribbling, ma alla fine è sempre nella stessa porzione di campo. Purtroppo ancora una volta da mezzala non riesce ad incidere e la manovra offensiva ne risente.

Rinaudo 5 – Dopo una buona prova con la Ternana, l’argentino torna pasticcione. Errori banali e mancate coperture preventive in una serata in cui Laribi gli procura un grosso cerchio alla testa.

Coppola 5 – Marcolin gli chiede di stringere i denti chiamandolo alla terza partita in una settimana dopo il rientro dall’infortunio, ma la fatica è evidente. Il passo non è il solito e per di più commette errori banali in fase di impostazione.

Escalante 6 – Non si può imputare quasi nulla al mediano argentino che entra in campo in una situazione ormai compromessa.

Castro 4,5 – La versione B dell’argentino che torna a sbagliare tanto risultando un fattore in negativo. Tante le palle perse sulla trequarti che causano le ripartenze degli emiliani. Nel secondo tempo cerca di rendersi pericoloso, ma non è proprio la giornata giusta.

Maniero 5 – Come sempre corre e cerca di dare sostanza al reparto offensivo, però se tocca tre palle già è tanto. Sempre fuori dalla manovra e mai pericoloso dalle parti di Coppola. Prestazione anonima e impalpabile.

Martinho 6 – Una delle poche note positive della serata. Lo si rivede in campo dopo mesi di assenza ed il brasiliano sembra subito pimpante ed intraprendente. Peccato che i minuti a sua disposizione combacino con l’inferiorità numerica.

Calaiò 4 – Marcolin sostituisce Maniero responsabilizzando il numero, e lui che fa? Doppio giallo in una frazione di secondo e Catania in dieci. Basterebbe questo per far capire che l’attaccante rossazzurro merita la palma di peggiore in campo. La beffa poi è la squalifica in vista del Livorno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy