Mercato: retroscena Sorrentino, i ‘no’ a Napoli e Atalanta. “Mi conoscete, non vado a fare il secondo”

Mercato: retroscena Sorrentino, i ‘no’ a Napoli e Atalanta. “Mi conoscete, non vado a fare il secondo”

Il portiere ha detto addio ai rosa: ora dovrà fare i conti con i commenti dei tifosi del Chievo.

2 commenti

Due motivazioni e una premessa.

Famiglia, scenari tecnici, ma subordinati a una frase: “Dopo una stagione come questa…”. Stefano Sorrentino ha tirato le somme e ha pensato bene che fosse questo il momento di lasciare il Palermo. Trasferirsi al Chievo sarà un modo per stare più vicino alle sue figlie e anche per essere sicuro di un posto da titolare. Centralità di progetto che con molta probabilità non avrebbe avuto in rosanero, anche se avesse trovato l’accordo per rinnovare il contratto: la priorità, da ora in poi, sarà contribuire alla formazione del giovane Josip Posavec. Se ne occuperà certamente Vincenzo Sicignano (preparatore dei portieri) e poi un estremo difensore d’esperienza che sarà ingaggiato nel corso dell’estate. In tal senso, il primo nome sarebbe quello di Albano Bizzarri, acquisto che andrebbe a chiudere il cerchio di mercato. Il numero uno argentino è tutt’ora in forza al Chievo (il suo legame coi clivensi scadrà nel 2017, ndr) e avrebbe già spiegato alla società di non aver condiviso la scelta di prelevare Sorrentino.

Tifosi Chievo contro Sorrentino: “Torna lui? No, grazie. #IostoconAlbanoBizzarri”

Nell’ambito di questa trattativa lampo tra il club di Campedelli e Sorrentino (l’intesa di massima sarebbe già stata raggiunta, si aspetta la firma nelle prossime settimane) vi sarebbero alcuni retroscena che sono stati svelati dall’edizione odierna de L’Arena, quotidiano che segue le vicende delle squadre veronesi. “Chi mi conosce sa che non vado via per fare il secondo. Mi ha chiamato persino un’importante squadra italiana per farlo e ho detto no”, le parole dell’ormai ex rosanero riportate dal giornale che individua i club che stavano sondando il terreno con il classe ’79. L’importante squadra italiana cui fa riferimento Sorrentino sarebbe il Napoli di De Laurentiis che in questi giorni aveva pensato proprio al promesso sposo del Chievo per il ruolo di secondo portiere. Ma Sorrentino aveva già deciso: tornare più vicino agli affetti, stare con la famiglia, ripartire dal Chievo. Pure l’Atalanta lo aveva cercato per il dopo Sportiello. Ma anche lì il portiere non ha vacillato. La vera offerta, di quelle da non rinunciare, era giunta, invece, da oltre oceano. Per lui si erano mossi i Los Angeles Galaxy. Tanti dollari, ma ancora una volta hanno prevalso le ragioni del cuore.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Roberto Lo Porto - 1 anno fa

    Stattene a Palermo sorre un altro anno e poi ti ritiri almeno non vai in una squadra che non ti vuole. Palermo ti ama

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Arrow Carlo Corsari - 1 anno fa

    A 37 anni questo si è montato troppo la testa

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy