Arteaga: “Io ‘felice’ di essere stato bocciato dalla Fiorentina”

Arteaga: “Io ‘felice’ di essere stato bocciato dalla Fiorentina”

Manuel Arteaga è ormai ad un passo dal vestire la maglia rosanero. L’attaccante colombiano però, non è alla prima esperienza in Italia.

6 commenti
Manuel Arteaga è ormai ad un passo dal vestire la maglia rosanero. L’attaccante colombiano però, non è alla prima esperienza in Italia. Qualche anno fa ha giocato nella primavera del Parma, ma anche una parentesi alla Fiorentina di cui si sa pochissimo. “Alla Fiorentina avevo sostenuto un provino quattro-cinque anni fa – ha spiegato in esclusiva ai microni di Mediagol.it -, ma non andò bene. Stetti lì per cinque giorni, ad allenarmi, a far vedere le mie qualità, ma a quanto pare la Fiorentina non cercava questo tipo di giocatore. Io l’ho vissuta come un’esperienza positiva e utile per la mia crescita. Tornai dunque a casa, a Maracaibo, e subito dopo mi chiamarono dal Liverpool. Mi allenai coi Reds per due settimane, forse ero riuscito a convincerli, sarebbe stato bello giocare all’Anfield, vedo tanti video su Internet e lì c’è un tifo bestiale. Ma il mio entourage non trovò l’accordo con il club inglese e tornai in Venezuela. Volete la verità? E’ stato meglio per me tornare a casa, sono maturato più gradualmente, ma senza bruciare le tappe. Rifarei questa scelta, so che lavorare qui mi è servito tantissimo. Tra i miei connazionali, mantengo i rapporti con Josef Martinez del Torino, Rincon del Genoa, Ponce della Sampdoria e Signorelli della Ternana. Non li ho ancora contattati per sapere com’è cambiata la Serie A”.

Leggi anche: Foto: i 10 tatuaggi di Manuel Arteaga, il nuovo bomber che arriva dal Venezuela

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Louie15 - 1 anno fa

    “Zamparini scatenato sul mercato”… non sono certo i fallimenti del signor Arteaga a far capire che non è certo lui un giocatore utile alla causa rosanero, ovvero evitare la retrocessione a tutti i costi, bensì l’inutilità di un giocatore di 14 anni che non scenderà in campo neanche un minuto, che dall’anno prossimo diventerà l’ennesima patata bollente da scaricare a qualche squadra di Serie C e che più di tutto graverà sul bilancio assieme agli altri 45 giocatori inutili. Zamparini ha voglia a dire che “deve vendere i talenti per risanare i conti”, la realtà dei fatti è che deve vendere Dybala per permettersi i vari Lanzafame, Joao Pedro, Mehmeti, Zahavi e chi più ne ha più ne metta. A me sa che non è manco in malafede, è semplicemente un arrogante e presuntuoso incompetente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marco Catalano - 1 anno fa

    Vantatene, mi raccomando…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Salvo Lopes - 1 anno fa

    Tranne dal Palermo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Riccobono Tony - 1 anno fa

    allora è proprio scarso, lo scartano tutti .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ZAMPAVATTENE!! - 1 anno fa

    BOCCIATO DA TUTTI E QUINDI BUONO PER IL PALERMO…AHAHAHAHAHAHAHHA!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Covello Antonino - 1 anno fa

    Puru non solo dal Parma

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy