Cagliari: il tecnico Rastelli prepara la sfida contro il Palermo. Tanti i dubbi di formazione, le ultime

Cagliari: il tecnico Rastelli prepara la sfida contro il Palermo. Tanti i dubbi di formazione, le ultime

Il Cagliari prepara la sfida di Coppa Italia contro il Palermo.

1 Commento

Meno uno: il conto alla rovescia verso il primo appuntamento ufficiale della stagione corre veloce.

Domani alle 21.15 (Rai Sport 1), l’undici di Rastelli affronterà il Palermo per il terzo turno di Coppa Italia. La sfida è in programma all’Olimpico di Torino. La squadra è al lavoro con un obiettivo: “Stiamo lavorando al meglio, vogliamo passare il turno. Voglio che i giocatori mi mettano in difficoltà“, ha ribadito più volte l’allenatore del Cagliari.

DAL CAMPO – A 48 ore dal match contro i rosanero, attivazione, esercitazioni tecniche di gruppo e individuali. Poi, partita in famiglia combattuta undici contro undici. Alla seduta di ieri ancora assenti Rafael, Deiola e Melchiorri. Oggi, allenamento al mattino, partenza e rifinitura a Torino.

BALLOTTAGGIO DIFENSIVO – Il reparto arretrato è stato ridisegnato sul mercato, con le partenze eccellenti di tre titolari su quattro: Isla, Bruno Alves e Murru. Sulla carta sostituiti da Padoin, Andreolli e Miangue. Ma la carta, si sa, non è il campo. E il campo, tra allenamenti e amichevoli, ha insinuato i dubbi per Rastelli. Dubbi presenti anche tra i pali, a dir la verità. Ma l’infortunio di Rafael ha spazzato via le incertezze e regalato le chiavi della porta rossoblù a Cragno, titolare in pectore e pronto alla sua prima vera stagione da protagonista in A, dopo l’incubo Zeman. Poi la collezione di parentesi. Intoccabile Pisacane nel mezzo, al suo fianco la prima scelta è il nuovo arrivato Andreolli, chiamato a comandare la retroguardia. Ma per l’ex interista c’è la concorrenza spietata di un ritrovato Ceppitelli, ormai recuperato dai problemi al ginocchio che lo hanno tormentato nelle ultime due stagioni. A destra, Padoin sente il fiato sul collo di Faragò, che cresce quotidianamente nel nuovo ruolo. Si balla anche a sinistra, dove Capuano recupera terreno sul titolare di partenza Miangue. Le certezze nel mezzo hanno i nomi di Cigarini e Barella. A due o a tre, sono loro gli intoccabili del centrocampo. Rastelli, poi, dovrà fare una scelta tra Dessena e Ionita. Il capitano, dopo i guai muscolari accusati alla fine della passata stagione, è pienamente recuperato e non ha saltato un’amichevole. Sempre titolare, fino a Crotone. Lì davanti Joao Pedro agirà tra le linee, così come il centravanti resta il confermatissimo Borriello, da cui il Cagliari attende gol pesanti. Resta la casella del terzo uomo offensivo. Il tecnico è partito con Sau, cui continua a chiedere di fare un passo indietro per dare una mano e due piedi in fase di non possesso, ma con Farias la staffetta per un posto da titolare resta sempre viva.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Sergio Cinà - 4 mesi fa

    Se é in forma Borriello sei a posto puoi anche giocare senza portiere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy