Serie B: Cellino nuovo proprietario del Brescia. L’ha comprato con 6,5 milioni di euro

Serie B: Cellino nuovo proprietario del Brescia. L’ha comprato con 6,5 milioni di euro

Tramite un comunicato ufficiale sul proprio sito web, il Brescia Calcio ha reso noto che Massimo Cellino sarà il nuovo proprietario del club lombardo. Confermato Rinaldo Sagramola come amministratore delegato. Le cifre dell’accordo

8 commenti

Adesso è ufficiale: Massimo Cellino è il nuovo presidente del Brescia. L’ex presidente del Cagliari e del Leeds United, ha versato 6,5 milioni nelle casse del patron uscente Marco Bonometti.

Se il Brescia dovesse andare in Serie A dovrà sborsarne altri 3. Il motivo della bassa cifra con cui Cellino si è assicurato la nuova proprietà, deriva dal fatto che dovrà risanare i debiti, che la società lombarda ha con il Fisco, per un totale di 7 milioni di euro (la cifra totale sarà quindi di 16,5 con il club nella massima serie).

Di seguito ecco il comunicato ufficiale apparso sul sito web delle Rondinelle:

“La Società Brescia Calcio comunica che, in data odierna, si è perfezionato l’accordo.
Il Dott. Massimo Cellino sarà quindi operativo nella conduzione della Società affiancando l’attuale organo amministrativo, proseguendo nel programma di rilancio della Società e confermando Rinaldo Sagramola nella sua qualità di Amministratore Delegato”.

Qualche giorno fa, intervistato dal Corriere della Sera, alla domanda se fosse possibile chiamarlo già presidente, Cellino ha risposto: “Mi chiami pazzo, perché per prendere il Brescia, ho fatto una pazzia. Ma è stata una questione di cuore. Questa è una società che è sempre stata amica, a me serve entusiasmo per intraprendere nuove sfide. Arrivo per fare calcio seriamente”.

IL NUOVO RIGAMONTI
Sul capitolo stadio Cellino è stato molto chiaro: “Senza un impianto adeguato, il calcio non può essere un business“. Il Rigamonti è dunque al centro del progetto del neo proprietario del club lombardo, che ritiene fondamentale un nuovo stadio per il rilancio della società.

RIFONDAZIONE DELLA SOCIETÀ E MERCATO
In 15 giorni posso rifondare la società senza guardare in faccia nessuno. Glielo assicuro. Bisogna ripulire il club“. Queste le dichiarazioni e le intenzioni di Massimo Cellino, che ha poi aggiunto: “Vorrei andare in A domattina, ma non è facile. Il calcio per me è una professione, avrò bisogno del giusto tempo. Gli acquisti ci saranno, non sta a me dire quali“. A guidare il neo presidente per quanto riguarda il mercato, potrebbe essere, il suo fedelissimo direttore sportivo, Nicola Salerno, già con lui al Cagliari e al Leeds (e di recente al Palermo).

TOTO ALLENATORE E RINGRAZIAMENTI A BONOMETTI
Per quanto riguarda la panchina del club, i nomi che circolano sono davvero tanti. Il favorito su tutti sembra essere Massimo Oddo, ma con l’arrivo di Cellino, anche Diego Lopez, che dovrebbe prima però risolvere il suo contratto con il Palermo, valido fino al 2018, sarebbe in corsa. Seguono poi i nomi di Beppe Iachini, Giuseppe De Zerbi e Pasquale Marino. Si concluderà così l’era Boscaglia. Per quanto riguarda l’ex presidente Bonometti, queste sono state le dichiarazioni di Massimo Cellino: “Senza Marco Bonometti, il calcio al Rigamonti non ci sarebbe più stato. Bisogna dirgli grazie per aver salvato la società“.

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. nick - 1 settimana fa

    tra l’altro l’offerta di baccaglini che mz ha definito ridicola era di 20 + 5 di bonus serie A più i debiti che sono 40 mln quelli che si sanno…
    ma il palermo in b quanto può valere seriamente????per me siamo ai livelli del brescia
    baccaglini non mi ha mai convinto ma il punto è la palese presa per il culo di mz che finge di voler vendere inscenando farse come quella di nominare presidente uno che poi se ne esce dopo mesi che non da garanzie per far digerire ai tifosi le porcate tipo una retrocessione comandata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ciampallari Lucio - 1 settimana fa

    non si poteva comprare il palermo cellino?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-12876597 - 1 settimana fa

    Come allenatore potrebbe andare bene anche boscaglia, le rivoluzioni a 2 settimane dal campionato non portano bene. Magari servirebbero un paio di innesti di giocatori di categoria un po’ forti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Salvo Comella - 1 settimana fa

    E a Zamparini ci sembravano pochi 20 milioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sergio Cinà - 1 settimana fa

      chiedi a Cellino se ha comprato con debiti o senza..questo non si dice vero?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Salvatore Di Cara - 1 settimana fa

    ora i soliti commenti tra 3…2…1…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Salvatore Di Cara - 1 settimana fa

      E ti pareva

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. nick - 1 settimana fa

    e mz ne vuole 100……..
    è tutta una scusa per allontanare i compratori di vendere non ha mai avuto intenzione e visto che a livello sportivo non ha interessi da anni chissà perchè……

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy