Fiorentina-Benevento, De Zerbi: “Orgoglioso dei miei ragazzi, oggi contava una cosa sola…”

Fiorentina-Benevento, De Zerbi: “Orgoglioso dei miei ragazzi, oggi contava una cosa sola…”

Dedicata al capitano della Fiorentina scomparso. L’analisi della gara non trova comprensibilmente spazio in una giornata in cui contava soltanto onorare la memoria di Davide Astori in quella che calcisticamente resterà per sempre la sua casa.

Una partita che non dimenticheremo mai, non c’è rabbia o risentimento ma solo un ricordo, quello di Davide Astori“.

Queste le parole dell’ex tecnico del Palermo, Roberto De Zerbi, che racconta, più che la partita, i sentimenti di un pomeriggio di dolore. Lacrime e commozione che hanno travolto anche lui.

Il Benevento ha perso 1-0 con un gol proprio del potenziale sostituto ed erede sul campo di Astori, Vitor Hugo, che indossava la maglia numero 31 i numeri stampati sulla maglia, sia pure al contrario, del capitano.

Ma De Zerbi non va per il sottile. “Abbiamo giocato  sottotono -dichiara il tecnico sannita ai microfoni di Sky-, nel primo tempo senza cattiveria e agonismo; nella ripresa siamo usciti fuori e avremmo meritato qualcosina in più“.

Difficile, anzi impossibile, parlare oggi di calcio giocato. “Va bene così non ho nulla da contestare.”.

I miei ragazzi oggi sono stati un esempio di comportamento e hanno dimostrato, in quanto uomini, difficoltà nell’interpretare questa partita piena di tristezza. Siamo contenti di avere contribuito al cordoglio generale, senza confini. Tutta Italia ricorderà le qualità di Astori e il messaggio che abbiamo lanciato e non soltanto a Firenze”.

Da lassù, il capitano “a vita dei viola avrà certamente applaudito.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy

// inizio configurazione per mediagol // fine configurazione per mediagol