Atalanta, Reja: “Barbera a porte chiuse? Non ha senso tutto questo, sarà gara strana. E Vazquez…”

Atalanta, Reja: “Barbera a porte chiuse? Non ha senso tutto questo, sarà gara strana. E Vazquez…”

Le dichiarazioni del tecnico dei bergamaschi alla vigilia del match contro il Palermo: i rosanero hanno bisogno della vittoria e l’allenatore di Lucinico non vuole regalar nulla.

Commenta per primo!

Un pareggio, quello contro la Roma, che ha dato entusiasmo e ulteriori sicurezze in chiave salvezza alla sua Atalanta.

Ma Edy Reja non si fida. Vuole ottenere quanto prima il responso da parte dell’aritmetica: ragion per cui domani promette scintille nel match della 34esima giornata. Affronterà il Palermo, quel Palermo con la cui maglia addosso ha giocato cinque stagioni dal 1968 al 1973. “I rosanero hanno qualità importanti, sono dotati sul pian tecnico, Vazquez è il più pericoloso, hanno una buona squadra che ha vissuto un periodo di difficoltà, con i vari cambi di mentalità e d’allenatore che delle volte possono nuocere”, ha spiegato Reja in conferenza stampa.

A porte chiuse – Reja ritroverà uno stadio deserto per via del provvedimento del Giudice Sportivo.

Palermo: contro l’Atalanta a porte chiuse, ecco perché la società non farà ricorso. E gli abbonati…

“Senza la gente sarà una partita anomala: non capisco queste squalifiche, non ha senso che lo stadio sia vuoto, perché la società non ha particolari colpe, piuttosto si faccia in campo neutro con la gente – ha affermato Reja -. La partita ha dei connotati strani, successe anche nella mia esperienza a Napoli, non ti dà la carica giusta né da una parte né dall’altra”.

Serie A: le probabili formazioni di tutti i match della 34esima giornata, Gilardino si riprende il Palermo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy