Atalanta-Napoli, Gomez: “Stufo di sentire certi discorsi. Europa? Ne riparliamo a marzo…”

Atalanta-Napoli, Gomez: “Stufo di sentire certi discorsi. Europa? Ne riparliamo a marzo…”

Il Papu Gomez carica la sua Atalanta in vista del match contro il Napoli

L’Atalanta vuole tornare a stupire.

Dopo l’inaspettata sconfitta rimediata in casa dell’Empoli, la Dea ospita il Napoli, reduce dal successo in Champions League contro la Stella Rossa.

Nel monday match della quattordicesima giornata del campionato di Serie A, gli uomini di Gian Piero Gasperini, dovranno tentare di ristabilire l’equilibrio perso contro gli uomini di Beppe Iachini.

Il Papu Gomez – capitano dell’Atalanta -, intervenuto ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, ha caricato l’ambiente in vista dei prossimi impegni: “In realtà ho visto cose più brutte, come il 7-1 con l’Inter o la sconfitta di Cagliari di due anni fa. Cosa è successo con l’Empoli però non l’ho ancora capito, è stata una partita folle. Il cambio Zapata-Pasalic ha tolto profondità e siamo calati fisicamente, abbiamo smesso di aggredire. Che è la nostra forza”.

Una sconfitta che rallenta la corsa europea: “Sono stufo di sentire certi discorsi, non ha senso farli adesso, ne riparliamo a marzo. Il potenziale c’è tutto, ma la squadra a volte è un po’ troppo presuntuosa. Deve crescere come mentalità. Ripetere la passata stagione? le aspettative sono grandi, ma ogni stagione è diversa. Non andare in Europa non è certo un fallimento”.

Chiosa finale sul suo nuovo ruolo: “Preferisco giocare largo a sinistra, ma mi sono adattato a muovermi anche al centro: dato che non siamo riusciti a trovare uno come Cristante, Gasperini mi ha provato in quella posizione. Differenze tra Petagna e Zapata? Il primo gioca più per la squadra ed è straordinario spalle alla porta, il secondo ha più potenza e velocità. Se tirerò ancora i rigori? Ne ho sbagliati 4 di fila tra campionato, coppa Italia ed Europa League. Può bastare – ha concluso Gomez –“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy