Sporting Lisbona, le accuse a Mihajlovic: “Ha lavorato poco e male, assurdo chiedere l’indennizzo”

Sporting Lisbona, le accuse a Mihajlovic: “Ha lavorato poco e male, assurdo chiedere l’indennizzo”

Il club portoghese critica l’operato del serbo, in sella alla panchina per pochi giorni

Poco più di una settimana da allenatore dello Sporting, senza mai riuscire ad esordire sulla panchina del club portoghese.

Estate particolare quella di Sinisa Mihajlovic che, ufficializzato tecnico del club di Lisbona a metà giugno, si è visto licenziare a fine mese. Il caso, che ha fatto parecchio rumore e ha infastidito non poco il mister serbo ex Milan e Torino, è finito addirittura al TAS poiché il tecnico ha richiesto un risarcimento di 11 milioni per “licenziamento senza giusta causa”. Tutt’altra idea in seno al club lusitano che, secondo contratto, aveva progettato dei giorni di prova entro i quali era possibile rescindere il contratto all’allenatore senza dovergli nulla in cambio. In Portogallo non sono nuovi a scelte del genere se si pensa, tornando indietro negli anni, a quanto successo al Porto all’ex tecnico rosanero Luigi Delneri.

Intervistato da A Bola Artur Torres Pereira, ex presidente della Commissione di gestione del club, non ha utilizzato mezzi termini per scagliarsi contro il tecnico licenziato, accusato di poco impegno nei pochi giorni in sella alla panchina della società di Lisbona: “Non c’è nessun motivo affinché possa prendere il risarcimento richiesto. E’ una situazione prevista in qualsiasi regolamento internazionale durante il periodo di prova. Lui allo Sporting ha lavorato poco e male“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy