Leo Messi nei guai: sospetta frode fiscale e l’Avvocatura dello Stato chiede condanna a 22 mesi di prigione per l’asso del Barcellona

Leo Messi nei guai: sospetta frode fiscale e l’Avvocatura dello Stato chiede condanna a 22 mesi di prigione per l’asso del Barcellona

Commenta per primo!

Problemi con la giustizia per Leo Messi. L’Avvocatura dello Stato ha chiesto la condanna a 22 mesi di prigione per il fenomeno del Barcellona con l’accusa di sospetta frode fiscale. Secondo quanto si apprende dalla stampa iberica, il giudice responsabile del procedimento riterrebbe che Messi, pur non essendo stato il protagonista della frode fiscale, non poteva tuttavia ignorare del tutto che i proventi derivanti dallo sfruttamento dei suoi diritti di immagine terminassero in paradisi fiscali situati in Uruguay o Belize. Nei giorni scorsi per Jorge, padre di Messi, è stata chiesta la condanna a 18 mesi di carcere ed il pagamento di una multa di 2 milioni di euro per avere evaso circa 4.1 milioni di euro al fisco, tra il 2007 ed il 2009, creando delle imprese fittizie proprio nell’America Latina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy