Dramma Sala, è scontro tra Nantes e Cardiff: i gallesi fanno muro e non pagano il cartellino, la palla passa alla Fifa

Dramma Sala, è scontro tra Nantes e Cardiff: i gallesi fanno muro e non pagano il cartellino, la palla passa alla Fifa

Deceduto a causa di un incidente aereo, il classe ’90 è al centro dello scontro tra i due club: i gallesi non vogliono pagare il cartellino, il Nantes fa reclamo alla Fifa per ottenere i 17 milioni

Non c’è pace per Emiliano Sala.

L’attaccante argentino, deceduto lo scorso 21 gennaio dopo che l’aereo che lo avrebbe trasportato da Nantes a Cardiff è precipitato nel canale della Manica, torna a far parlare di sé. Nello specifico a far discutere è lo scontro tenuto in piedi dai due club protagonisti della cessione del giocatore. Nantes e Cardiff, con motivazioni opposte, proseguono il dibattito sul pagamento del cartellino del giocatore, con i francesi che non hanno ricevuto un euro dei 17 milioni pattuiti nelle trattative che avevano portato il classe ’90 a firmare con i Blue Birds. Il contratto dell’attaccante argentino era stato depositato senza alcun problema, ma il decesso ancor prima di poter giocare una gara con la nuova maglia ha acceso le polemiche. I gallesi non ne vogliono sapere di mettere mano al portafoglio, così il club di Ligue 1 ha deciso di fare reclamo alla Fifa.

La documentazione, secondo quanto riportato dall’Equipe, è risalente allo scorso 26 febbraio quando il Nantes ha reclamato la prima tranche di 6 milioni su trasferimento, soldi che non sono arrivati entro la data stabilita del 26 gennaio. Di fronte a tale mancanza i francesi hanno mandato una raccomandata ai gallesi per far valere i propri diritti che, secondo quanto trapelato, dovrà avere risposta entro il 3 aprile.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy