Curiosità, Yaya Touré e il razzismo: “Mi sentivo umiliato, ricordo che i tifosi della mia squadra…”

Curiosità, Yaya Touré e il razzismo: “Mi sentivo umiliato, ricordo che i tifosi della mia squadra…”

L’ex centrocampista di Barcellona e Manchester City racconta un episodio di razzismo subito ai tempi della sua esperienza in Ucraina

Yayà Toure si sofferma sui molteplici episodi di razzismo che si verificano su tutti i campi di calcio del mondo.

L’ex centrocampista di Barcellona e Manchester City, attraverso le colonne de il “Mirror“, ha ricordato la sua esperienza in Ucraina raccontando una vicenda che lo ha colpito da vicino.

“Mi sentivo umiliato, poi stufo. I cori imitando una scimmia sono peggiori di qualsiasi altra cosa. E a volte lo facevano persino i tifosi della mia squadra. Cercavo di abituarmi, mi dicevano di continuo: ‘Negro di merda, negro di merda, torna a casa!'”. 

Real Madrid, Zidane: “L’anno prossimo faremo diversi cambi. Marcelo? Da lui ci aspettiamo sempre di più”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy