Wolfsburg, la noce va di traverso al cuoco: Arnold ko per una svista in cucina. Paga lo chef…

Wolfsburg, la noce va di traverso al cuoco: Arnold ko per una svista in cucina. Paga lo chef…

Una disattenzione costata il posto di lavoro al malcapitato chef della squadra tedesca Olaf Suchaneck, reo di aver provocato un’intolleranza alimentare al centrocampista tedesco della squadra del tecnico Schmidt…

Commenta per primo!

Episodio decisamente curioso quello accaduto in casa Wolfsburg: il club tedesco ha infatti deciso di licenziare il cuoco della squadra che aveva utilizzato delle noci in occasione di uno dei pasti preparati per il gruppo.

La società tedesca ha deciso di cambiare chef dopo la disavventura accaduta nelle scorse settimane: i fatti risalgono appunto al mese di dicembre, quando – alla vigilia della gara casalinga contro il Colonia che il Wolfsburg ha poi perso 1 a 0 – l’allenatore Schmidt era stato costretto a rinunciare a Maximilian Arnold, centrocampista molto importante per gli ingranaggi della squadra a livello tecnico e tattico. La spiegazione ufficiale era arrivata direttamente dei canali della società e parlava di una brutta gastroenterite, che aveva messo fuori gioco il calciatore per la gara terminata poi con un successo della formazione che giocava in casa. Nelle settimane successive, però, si è scoperto che a causare il forfait di Arnold sarebbe stato non un classico virus di stagione ma uno shock allergico dovuto ad un’intolleranza alimentare del calciatore.

Il centrocampista infatti, è allergico alle noci, che sarebbero quindi state preparate per lui dall’ormai ex cuoco della squadra. Come riporta il portale tedesco Express.de, dopo i dovuti chiarimenti che hanno così portato a capire cosa veramente accadde in quell’occasione, Olaf Suchaneck è stato allontanato dalla squadra e da qualche giorno non è più lui il cuoco che si occupa di preparare pranzi e cene per la formazione tedesca. Una grave leggerezza che a Maximilian Arnold è costata una partita mentre a Suchaneck è costata il posto di lavoro. Un licenziamento con effetto immediato per aver messo a rischio la salute di un calciatore della squadra, che è poi tornato regolarmente in campo per le partite successive. Suchanek sarà dunque ora costretto a cercarsi un nuovo impiego, vista la disattenzione che soprattutto in questi tempi in cui l’alimentazione è diventata un fattore fondamentale nella preparazione delle squadre e degli sportivi, ha fatto la differenza per la squadra del tecnico Schmidt.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy